segnaposto
  AdamoEva
 

 

L’espressione ‘anarchismo religioso’ può stupire. L’accostamento di due termini che paiono così antitetici - ‘anarchia’ e ‘religione’ - costituisce un vero e proprio ossimoro, storico e culturale. E’ vero, ma non basta: intendiamo qualcosa di più. ‘Anarchismo religioso’ vuol essere una sfida per il presente. Ci riferiamo qui alla possibilità di coniugare nel modo più totale religione e libertà. Quindi, non tanto un riferimento agli esiti in materia di religione di una corrente del pensiero politico dell’Otto-Novecento, e alle ideologie da lì sorte, ma la ricerca di un cammino religioso che vede nella libertà un passaggio ineludibile. E’ un passaggio, una porta stretta che le istituzioni religiose hanno sempre, con ostinazione, voluto chiudere.

 

Dave Andrews:La spiritualità  sovversiva del cristianesimo anarchico
Vladimir Bagrianski:Gli anarchici mistici russi
Federico Battistutta:
Anarchismo religioso
Federico Battistutta:
Buddismo anarchico?
Federico Battistutta:
Islam e anarchia
Federico Battistutta:Utopie, comunità e vita vera
Camillo Berneri: Nota sull'agnosticismo
Camillo Berneri: Anarchismo e anticlericalismo
Camillo Berneri: L’ateismo di propaganda
Francesco Berti :Torah e libertà
Enrico Cerasi :La voce anarchica di Karl Barth
Giorgio Cesarano - Gianni Collu: Il “sacro” profanato
Luigi Corvaglia :Massoneria ed anarchismo
Donatella Di Cesare: La vena anarchica di Jacob Taubes
Ammon Ennacy : Autobiography of a catholic anarchist
Enrico Ferri : Pensiero religioso e pensiero libertario

Don Andrea Gallo: Anarchia e cristianesimo
Sharon Gannon - David Life: Swami Nirmalananda: lo swami anarchico
Ken Knabb: La realizzazione e la soppressione della religione
Ken Knabb: Due saggi critici sul buddismo impegnato
Peter Marshall: La mistica libertaria di William Blake
Ian Mayers:Immaginare un anarchismo buddista

Bas Moreel: I compagni Catholic Workers
Valerio Pignatta: L'anarchismo intrinseco di K. Barth secondo V. Eller
Paolo Scroccaro: Oltre il pensiero unico
Misato Toda:L'anarchismo dal punto di vista del buddismo zen
Antonio Vigilante:Vinoba e lo Swaraj anarchico

 

 

 

 

 

archivio futuro