segnaposto
Capitini

 

Mary Daly (1928-2010), di famiglia irlandese, è stata una filosofa e teologa statunitense, nonché femminista radicale. Ha compiuto i suoi studi presso la Catholic University of America, il Saint Mary’s College, negli Stati Uniti, e approfondendo gli studi teologici a Friburgo (Svizzera), presso la locale università statale.
Insegnò per diversi anni al Boston College, un istituto retto da gesuiti, entrando più di una volta in conflitto con le autorità di questa istituzione.
Il suo femminismo radicale ha esercitato una particolare influenza sul movimento e la teologia femminista. Vegetariana, ha anche sviluppato il concetto di biofilia, in contrapposizione a quello di necrofilia sociale che connota l’attuale società patriarcale.
Tra le sue opere: La Chiesa e il secondo sesso (Milano, Rizzoli 1982), Al di là di Dio padre. Verso una filosofia della liberazione delle donne (Roma, Editori Riuniti 1990),  Quintessenza. Realizzare il futuro arcaico (Roma, Venexia, 2005). Sul pensiero e l’opera di Mary Daly: Un vulcano nel vulcano. Mary Daly e gli spostamenti della teologia, Torino, Effatà, 2012), a cura di Letizia Tomassone.

 

 

Federico Battistutta: Il futuro arcaico di Mary Daly
Audre Lorde: Lettera aperta a Mary Daly
Luisa Muraro: La scintilla di Mary Daly
Luciana Percovich: Quintessenza di Mary Daly
Letizia Tomassone: Se Dio è maschio, il maschio è Dio

archivio futuro