segnaposto
Illich

Raoul Vaneigem (Lessines, 21 marzo 1934) è un filosofo, scrittore e giornalista belga il cui nome è legato alla storia dell'Internazionale Situazionista. Si laurea nel 1956 alla Libera Università di Bruxelles con una tesi sul poeta Lautréamont, dopo aver seguito corsi di filologia romanza e di letteratura francese. Negli anni Sessanta aderisce all’Internazionale Situazionista, fondata nel 1957 da Guy Débord, e ne rimane membro di spicco fino al 1970, quando se ne allontana definitivamente. Continua a vivere nel Belgio, a Lessines, la sua città natale, una vita del tutto riservata e sotterranea che contrasta con la sua fama di rivoluzionario e anarchico.
Tra le sue opere:Trattato di saper vivere ad uso delle giovani generazioni,  Firenze, Vallecchi, 1973; La résistance au Christianisme, Paris, Fayard, 1993; Les hérésies, Paris, Presses universitaires de France, 1994; Il movimento del libero spirito, Torino, Nautilus, 1995; De l’inhumanité de la religion, Paris, Denoel, 2000; Niente e sacro, tutto si può dire, Milano, Ponte alle Grazie, 2004.

 

 

Raoul Vaneigem: Prospettiva mercantile e prospettiva di vita
Raoul Vaneigem: Dell’amore affinato come creazione di un mondo nuovo
Raoul Vaneigem: Pour un dépassement de la religion
Raoul Vaneigem: La gratuità  è l'arma assoluta
Federico Battistutta: L’insurrezione della vita completa. Raoul Vaneigem e le eresie

archivio futuro