Sempre più esseri umani intuiscono che la realtà ultima (il mistero della vita, la struttura che connette i viventi o come altrimenti la si vuol nominare) non può essere costretta nell’immagine di un dio/theos che le tradizioni religiose da secoli e secoli hanno veicolato. Il teismo è stato un modello, una rappresentazione, uno strumento concettuale o cognitivo. Ma non è l’unico modello. Il teismo è stato sicuramente uno strumento culturale che si è mostrato funzionale, utile, persino geniale; ma è anch’esso una creazione umana, pertanto soggetta al cambiamento. L’umanità, ai suoi inizi, ha trascorso molto tempo senza di esso e sempre più persone oggi percepiscono inadeguata tale rappresentazione, non riconoscendosi più in questo modello. Nasce così il post-teismo.